ART. 11

Gli organi dell’Associazione sono:

L’Assemblea dei Soci;
Consiglio Direttivo;
Presidente;
Segretario;
Tesoriere;
Il Collegio dei Revisori dei Conti.

ART. 12

L’Assemblea sovrana dei soci è composta da tutti gli associati per i quali sussiste tale qualifica al momento della convocazione. La convocazione della stessa deve essere effettuata tramite e.mail o sms, almeno cinque giorni prima della riunione, contenente i punti all’ordine del giorno, la data, l’ora ed il luogo dell’Assemblea, nonché la data, l’ora ed il luogo dell’eventuale Assemblea di seconda convocazione.

ART. 13

L’Assemblea deve essere convocata dal Presidente, almeno una volta all’anno. Essa, presieduta dal Presidente, svolge le seguenti funzioni:
approva e/o delibera le linee generali del programma di attività per l’anno sociale;e/o delibera il rendiconto economico finanziario annuale;i membri del Consiglio Direttivo;su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale.
Le delibere assembleari, oltre ad essere debitamente trascritte nel libro verbale delle Assemblee dei soci, rimangono affisse nei locali dell’Associazione durante i dieci giorni che seguono l’Assemblea.

ART. 14

In prima convocazione l’Assemblea è regolarmente costituita con la presenza di almeno la metà più uno dei soci e delibera validamente a maggioranza assoluta dei presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno, salvo i casi nei quali lo Statuto preveda espressamente maggioranze diverse.In seconda convocazione, l’Assemblea è regolarmente costituita qualunque sia il numero dei soci intervenuti, e delibera validamente a maggioranza assoluta dei presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno, salvo i casi nei quali lo Statuto preveda espressamente maggioranze diverse.

ART. 15

Le votazioni possono avvenire per alzata di mano o a scrutinio segreto, quando ne faccia richiesta almeno un decimo dei presenti. Le votazioni avvengono sempre sulla base del principio del voto singolo di cui all’articolo 2352, secondo comma, del codice civile.

ART. 16

Il Consiglio Direttivo è composto da un numero minimo di sette (di norma, ma non necessariamente, uno per comune), eletti dall’Assemblea Ordinaria fra i soci. Resta in carica per tre anni ed è rieleggibile. In caso di dimissioni di un componente del Consiglio Direttivo, il nuovo membro viene eletto dall’Assemblea. Nella sua prima seduta, il Consiglio Direttivo elegge fra i suoi membri il Presidente, il Vice Presidente ed il Segretario nonché i responsabili dei gruppi di lavoro di cui all’art. 5, tenendo conto, nella scelta di quest’ultimi, delle competenze e delle esperienze maturate. Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente o la maggioranza dei propri componenti lo ritengano necessario, ed è presieduto dal Presidente o, in sua assenza, dal Vice Presidente. Le riunioni sono valide con la presenza di almeno la metà dei componenti. Le deliberazioni si adottano a maggioranza semplice.
Inoltre, il Consiglio Direttivo:

redige i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto sulla base delle linee approvate dall’Assemblea dei soci;l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea; il Rendiconti Economico e Finanziario (REF) da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea;tutti gli atti e i contratti di ogni genere inerenti all’attività sociale;l’ammontare delle quote annue associative e le modalità di versamento;tutte le altre attività necessarie e funzionali alla gestione sociale.

ART. 17

Al Presidente del Consiglio Direttivo compete la legale rappresentanza dell’Associazione e la firma sociale. Egli presiede e convoca l’Assemblea Ordinaria e il Consiglio Direttivo nonché sovrintende alla gestione amministrativa ed economica dell’Associazione. In caso di assenza o di impedimento del Presidente tutte le sue mansioni spettano al Vice Presidente.

ART. 18

Il Segretario viene nominato dal Consiglio Direttivo nella prima seduta fra i suoi membri e resta in carica tre anni ed è rieleggibile. Egli svolge le seguenti funzioni: cura il registro degli associati, verbalizza le riunioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo. Inoltre il Segretario, in stretta collaborazione con il Presidente cura anche la corrispondenza ordinaria e supporta il lavoro del presidente.

ART.19

Il Tesoriere, viene nominato dal Consiglio Direttivo, nella prima seduta, fra i soci dell’Associazione che hanno comprovata esperienza a riguardo. Il Tesoriere resta in carica tre anni ed è rieleggibile. Egli svolge le seguenti funzioni: tiene aggiornata la contabilità, i registri contabili, si occupa degli incassi e dei pagamenti e supporta il Consiglio Direttivo nell’elaborazione del Rendiconto Economico Finanziario.

ART. 20

Il Collegio dei Revisori, formato da 3 membri effettivi e due supplenti, soci dell’Associazione ed eletti dall’Assemblea, controllla la gestione economico-finanziaria dell’Associazione e verifica che essa corrisponda ai fini sociali indicati nello statuto.