Membri
Coordinatore Dott. Sergio Natalia (Canistro)
Aree tematiche principali Attività Produttive: industria, servizi, turismo; lavoro; processi di innovazione; finanziamenti per le imprese; marketing territoriale; mobilità ( strade e trasporti).
Obiettivi

Individuare, di concerto con gli “attori locali”, pubblici e privati, nuovi sentieri di sviluppo economico produttivo e nuovi “bacini” occupazionali.

Iniziative
(Prime Ipotesi)

– Animatore: Sergio Natalia
Socio Fondatore, esperto nel settore dei Fondi Europei, Progettazione Comunitaria e nel Marketing Territoriale, terrà Seminari e/o Corsi sulle suddette tematiche. Gli argomenti, molto attuali, sono di grande interesse, tenuto conto che ormai diventano sempre più ricorrenti i finanziamenti pubblici attraverso tali Fondi.

– Animatori: Sergio Natalia e Sandro Giovarruscio
Convegno: Ripensiamo insieme la Valle Roveto: i nuovi “sentieri” di sviluppo.
Al convegno, in cui verranno coinvolte tutte le amministrazioni locali, parteciperanno esperti di sviluppo locale regionali e nazionali, che porteranno la loro testimonianza ( best practices) e docenti universitari.

– Animatori: da individuare: Sistema delle Gites Roureaux (Alloggi Rurali) francesi, B&B (Bed and Breakfast) inglesi e Albergo Diffuso italian.
Al fine di incrementare il turismo nella Valle Roveto, verrà realizzato un censimento degli alloggi sfitti e/o comunque disponibili per favorire, attraverso un accordo con gli Enti Locali, una gestione concentrata in una
Agenzia che avrà sede in Civitella Roveto. Il sistema funzionerà similmente a quello in atto per le Gites Roureaux francesi, le quali fanno capo ad un’Associazione, a livello Nazionale, che è collegata con delle Agenzie Territoriali. Tali Agenzie godono di una certa autonomia gestionale nell’interfacciarsi direttamente con i singoli proprietari. Insomma si cercherà di realizzare un’Agenzia, che avrà una sua autonomia gestionale e che coniugherà le Gites Roureaux con i B&B ed sistema italiano dell’Albergo Diffuso.

– Animatori: da individuare: Sistema dei sentieri (Trekking, da fondo e Ippovie)
Studio per riattivazione e/o la realizzazione di un vero e proprio
sistema dei sentieri, che metta in luce tutta la bellezza della natura rovetana. Per fare ciò sarà necessario il coinvolgimento di tutti i Comuni, le Pro-Loco e tutte le altre Associazioni presenti in Valle Roveto (in primis, il CAI Valle Roveto). Ipotizziamo una prima articolata serie di sentieri:
# Sentieri di montagna, la bellezza della faggeta più grande e più pura d’Europa (Monte Viglio, Pizzodeta, etc.);
# Sentieri di collina (castagneti, querceti, etc.);
# Sentieri di Fondovalle (la bellezza del Fiume Liri, tanto decantato nei secoli da scrittori e poeti);
# Sentieri degli Eremi, così numerosi e particolarmente belli nella Valle Roveto;
# Sentieri ippici, da individuare;
# Sentieri per i fondisti, sulle numerosi piste dei Simbruini e degli Ernici, con l’obiettivo di valorizzare anche nella stagione invernale la bellezza delle faggete più belle e più grandi d’Europa che comprende 2 Regioni (Abruzzo e Lazio), attraverso i Monti Simbruini-Ernici;

– Animatori: da individuare: Cartellonistica
La realizzazione di una
Cartellonistica Stradale è fondamentale per la Valle Roveto, soprattutto per i fini turistici, come già dimostrato in altre realtà europee (soprattutto la Francia). Non si può attraversare la Valle Roveto senza segnalare, in modo innovativo ed intelligente, in ossequio alle moderne tecniche di Marketing Territoriale, percorrendola da Nord a Sud, l’incomparabile bellezza di Pescocanale appesa sull’orrido del Fiume Liri e gli adiacenti Cunicoli di Claudio, dare il benvenuto a Canistro “il Regno delle Acque Minerali” ed alle Sorgenti del Parco della Sponga, per proseguire con Lo Zompo dello Schioppo, il salto più alto d’Italia, l’unico un po’ in vero già reclamizzato, quindi Civita d’Antino, il Paese dei Pittori Danesi, per finire con il Castello di Balsorano. Dopo realizzazione di tale, occorrerà elaborare un progetto operativo da proporre agli Enti Locali rovetani ed altri enti sovracomunali, in primis la provincia dell’Aquila.